Docente Michele Costantini

 

I corsi di perfezionamento dell’Accademia sono rivolti a musicisti italiani e stranieri diplomati, senza limiti di età.

Gli iscritti potranno frequentare il corso di approfondimento secondo progetti liberamente concordati tra docente e allievo.

Il percorso formativo è sviluppato dal maestro Michele Costantini.

Per un completamento dell’offerta formativa, verranno organizzati durante l’anno alcuni seminari tematici e alcune masterclass con docenti esterni di chiara fama.

Verrà inoltre attivata una masterclass annuale di musica da camera con chitarra.

Durante l’anno di corso l’Accademia, in collaborazione con altre istituzioni musicali nel territorio nazionale e internazionale, darà la possibilità agli studenti iscritti di esibirsi in eventi concertistici?

Al termine delle lezioni verranno rilasciati attestati di frequenza e di merito.

I Corsi si svolgeranno da Ottobre a Maggio presso la sede dell’Associazione Farandola, a Pordenone.

Per la frequenza sarà necessario superare un esame di ammissione, con programma a libera scelta di circa 15 minuti?

 

Programma

TEMI TRATTATI
  1. Miglioramento delle capacità artistiche, musicali e tecniche, che consentono un approccio all’interpretazione del repertorio più rappresentativa dello
  2. Studio dei criteri interpretativi applicabili a detto repertorio, in accordo con la sua evoluzione
  3. Conoscenze di base di costruzione, manutenzione, comportamento acustico e caratteristiche dello strumento.
  4. Sviluppo del proprio stile come interprete e maturità creativa. Controllo delle corrette abitudini posturali e tecniche di
OBIETTIVI
  1. Conoscere i principi teorici della musica e le attitudini adeguate al riconoscimento, la comprensione e la memorizzazione del materiale
  2. Sviluppo delle attitudini adeguate alla lettura, l’improvvisazione, la creazione e ricreazione musicale.
  3. Produrre e interpretare correttamente la notazione grafica dei testi
  4. Riconoscere materiali musicali grazie allo sviluppo della capacità uditiva e saper applicare questa capacità alla loro pratica
  5. Sviluppo della capacità di interagire musicalmente in diversi tipi di progetti musicali partecipativi.
  6. Applicazione dei metodi di lavoro più appropriati per superare le sfide che sorgono nel campo dello studio personale e della pratica musicale
  7. Conoscere le caratteristiche dello strumento, in relazione alla sua costruzione e acustica, evoluzione storica e influenze reciproche con altre
  8. Discutere ed esprimere verbalmente le proprie opinioni su diversi concetti
  9. Acquisire familiarità con un repertorio ampio e aggiornato, focalizzato sulla sua specialità, ma aperto ad altre tradizioni. Riconoscere le caratteristiche stilistiche che caratterizzano questo repertorio, descrivendole in modo chiaro e
  10. Accreditare una conoscenza sufficiente del fatto musicale e del suo rapporto con l’evoluzione dei valori estetici, artistici e
  11. Conoscere i fondamenti e la struttura del linguaggio musicale e sapere come applicarli nella pratica interpretativa, creativa, di ricerca o
  12. inoltrarsi nei diversi stili e pratiche musicali che consentono di comprendere, in un contesto culturale più ampio il proprio campo di attività e
  13. Creare e plasmare i propri concetti artistici avendo sviluppato la capacità di esprimersi attraverso di essi utilizzando tecniche e risorse
  14. Sviluppare risorse musicali ampie e diversificate per essere in grado di creare o adattare brani musicali, oltre che improvvisare in contesti di stili, formati, tecniche, tendenze e linguaggi
  15. Valutare la creazione musicale come l’azione di dare forma sana a un pensiero strutturale ricco e
  16. Conoscere ed essere in grado di utilizzare metodologie di studio e di ricerca che permettano di sviluppare e innovare continuamente la propria attività musicale nel corso della propria
  17. Essere in grado di collegare l’attività musicale stessa ad altre discipline del pensiero scientifico e umanistico, alle arti in generale e al resto delle discipline musicali in particolare, arricchendo l’esercizio della loro professione con una dimensione multidisciplinare.
COMPETENZE TRASVERSALI
  1. Organizzare e pianificare il lavoro in modo efficiente e
  2. Raccogliere informazioni significative, analizzarle, sintetizzarle e gestirle in modo appropriato.
  3. Risolvere i problemi e prendere decisioni che corrispondono agli obiettivi del lavoro che viene
  4. Utilizzare in modo efficiente le tecnologie dell’informazione e della
  5. Eseguire l’autocritica nei confronti delle proprie prestazioni professionali e interpersonali.
  6. Utilizzare le capacità di comunicazione e le critiche costruttive nel lavoro di squadra.
  7. Sviluppare idee e argomentazioni ragionate e
  8. Sviluppare un’etica professionale basata sull’apprezzamento della sensibilità estetica, ambientale e della diversità nella pratica
  9. Valutare le condizioni di competitività, per adattarsi ai cambiamenti culturali, sociali e artistici e ai progressi che avvengono nel campo professionale e per selezionare i canali adatti di formazione
  10. Cercare l’eccellenza e la qualità nell’attività
  11. Padroneggiare la metodologia di ricerca nella generazione di progetti, idee e soluzioni
  12. Lavorare autonomamente e valutare l’importanza dell’iniziativa e dello spirito imprenditoriale nella pratica
COMPETENZE SPECIFICHE
  1. Interpretare il repertorio significativo della propria specialità, trattando in modo appropriato gli aspetti che lo identificano nella sua diversità
  2. Costruire un’idea interpretativa coerente e
  3. Sviluppare la capacità di interagire musicalmente in tutti i tipi di progetti musicali partecipativi, dal duo al grande
  4. Esprimersi musicalmente con il proprio strumento in un modo basato sulla conoscenza e padronanza della tecnica strumentale, oltre che sulle varianti acustiche, organologiche e
  5. Comunicare, come interprete, le strutture, le idee e i materiali musicali con
  6. Sviluppare capacità di lettura e improvvisazione sul materiale
  7. Conoscere i processi e le risorse del lavoro orchestrale e di altri gruppi, appropriandosi adeguatamente della lettura a prima vista, mostrando flessibilità e capacità d’integrazione nel gruppo.
COMPETENZE SVILUPPATE DAL CHITARRISTA
  1. Acquisire abitudini intellettuali e tecniche di lavoro che consentano di esercitare attività professionali legate alla
  2. Identificare il processo evolutivo della scrittura di chitarra e la sua interpretazione attraverso le opere più
  3. Conoscere l’evoluzione dello strumento da un punto di vista meccanico, al fine di poter individuare le difficoltà ed i problemi posti dall’interpretazione in periodi e stili diversi, concretizzandoli in elementi tecnici come il fraseggio, l’accentuazione, l’agogica, la metrica,
  4. Acquisire la sensibilità artistica e la capacità critica necessarie per la soluzione di problemi tecnici e interpretativi della chitarra che consenta una formazione permanente nel futuro